A che temperatura i pannelli solari flessibili si danneggiano?

Un grande motivo per cui i pannelli solari flessibili a volte si guastano è che tendono a surriscaldarsi più dei pannelli rigidi. Spesso non ricevono alcun flusso d’aria nelle posizioni in cui sono installati poiché di solito sono installati su tetti in metallo. I pannelli solari non generano una quantità significativa di calore e certamente non immagazzinano elettricità. Si scaldano perché il sole li riscalda e possono diventare molto più caldi di altri materiali intorno a loro perché sono in genere quasi neri, il che significa che assorbono bene il calore dal sole. A che temperatura i pannelli fotovoltaici flessibili si danneggiano?

I pannelli solari flessibili possono surriscaldarsi?

Se i pannelli solari flessibili diventano troppo caldi, possono surriscaldarsi. Una volta che un pannello solare si surriscalda, la sua efficienza diminuisce drasticamente, facendogli perdere molta dell’energia che altrimenti raccoglierebbe dal sole. Se il tuo pannello solare si sta surriscaldando, significherà una riduzione dell’efficienza e delle prestazioni del modulo.

I pannelli solari trascorrono tutto il giorno sotto il sole cocente. Ma dopo un po’, i potenti raggi UV provocano dei cambiamenti chimici nei pannelli. Se hai pannelli solari di bassa qualità o economici, subiranno il degrado dei raggi UV. Questo vale sia per i pannelli flessibili che per quelli rigidi, anche se è molto più comune nei pannelli flessibili.

Noterai quando i raggi UV hanno fatto danni quando il laminato plastico inizia a ingiallire e torbida. Questo scolorimento blocca la luce solare e riduce l’efficienza. Se peggiora davvero, il tuo pannello subirà quella che viene chiamata delaminazione, in cui il laminato plastico si stacca dalla cella solare. I pannelli che mostrano delaminazione sono rovinati e devono essere smaltiti.

È più probabile che i pannelli solari flessibili vengano installati contro una parete o un tetto, dove non avranno molto spazio per rinfrescarsi, a differenza dei pannelli rigidi, che possono essere montati su rack. Anche in questo caso, mentre i pannelli solari dovrebbero essere sotto il sole tutto il giorno, se il clima è particolarmente caldo, le temperature all’interno della cella solare possono salire a livelli straordinari.

Ciò può causare punti caldi all’interno del pannello solare. Non solo le temperature molto elevate riducono notevolmente l’efficienza, ma gli hotspot possono accelerare i danni e la delaminazione dei raggi UV. Grandi fluttuazioni di temperatura possono anche causare microfessure nelle celle solari, che riducono ulteriormente l’efficienza e la longevità.

Soluzione: scegli i pannelli migliori

La soluzione migliore è acquistare pannelli di altissima qualità. I migliori pannelli flessibili superano di gran lunga il grado più basso dei pannelli rigidi, quindi è meglio pagare di più per l’alta qualità, soprattutto se la flessibilità è una necessità. Un’altra soluzione, se si ha lo spazio, è semplicemente aggiungere più pannelli per sopperire alla mancanza di efficienza.

Dal momento che i pannelli flessibili pesano meno, non sottoporrai tanto stress al tuo tetto rispetto a una serie di pannelli rigidi. Se non hai bisogno dei pannelli in questo momento, puoi anche aspettare qualche anno. La ricerca è in corso su pannelli flessibili che corrispondono all’efficienza dei pannelli rigidi e, da come sembra, potrebbero non essere troppo lontani.

La degradazione e la delaminazione dei raggi UV sono comunemente osservate nei pannelli realizzati con un tipo di plastica chiamata PET. I pannelli di alta qualità sono realizzati con una plastica più durevole chiamata EFTE, resistente ai danni e alla delaminazione dei raggi UV.

EFTE è anche autopulente e riciclabile al 100%. Anche se hai un budget limitato, vale la pena spendere soldi extra per pannelli di qualità superiore. Cercare di ridurre i costi sui pannelli solari economici ti costerà di più a lungo termine.

Anche contro gli hotspot, i pannelli di alta qualità sono la soluzione. I pannelli in PET sono sensibili alle alte temperature, che causano la delaminazione. Sborsare più soldi sui pannelli EFTE assicurerà che il tuo pannello solare duri.

Se vivi in un clima caldo, i tuoi pannelli si surriscaldano e non c’è modo di evitarlo. La cosa migliore che puoi fare è mantenere i tuoi pannelli e mantenerli puliti e privi di detriti per mantenere l’efficienza.

I pannelli solari flessibili in ETFE

Nel determinare le proprietà meccaniche dei moduli solari, il tipo di materiale di rivestimento utilizzato è fondamentale. Per i pannelli solari flessibili, l’ETFE è uno dei sistemi di rivestimento più popolari. È un materiale molto flessibile con proprietà meccaniche eccezionali.

I pannelli solari gommati flessibili in ETFE sono incredibilmente belli, sottili e leggeri e funzionano perfettamente per applicazioni esterne. Questa tecnologia all’avanguardia è senza dubbio un miglioramento del vecchio ed economico sistema di rivestimento delle celle solari in PET.

A differenza dei tradizionali pannelli solari che richiedono una pulizia frequente, i pannelli fotovoltaici in ETFE hanno una superficie non adesiva, quindi lo sporco viene facilmente lavato via dall’acqua piovana. Per un utente di energia solare, ciò significa che i pannelli solari ETFE sono semplici da manutenere.

I moduli FV ETFE sono generalmente flessibili, semiflessibili o pieghevoli. Questi design consentono una facile installazione su superfici di tutte le forme e design, il che si traduce in più applicazioni rispetto ai tradizionali pannelli solari rigidi.

L’ETFE è attualmente il polimero più popolare per il backsheet e il front sheet dei pannelli solari grazie alle sue eccellenti caratteristiche come l’elevata resistenza al fuoco, l’eccellente trasmittanza solare e la natura autopulente.

Il componente più cruciale di EFTE è la molecola di etano. Questa molecola è così stabile da essere in grado di tollerare stress termici e chimici. Ci sono anche atomi di cloro nel polimero, che impediscono lo scolorimento del pannello solare dopo la continua esposizione ai raggi UV.

L’ETFE è quasi totalmente permeabile ai raggi UV, il che significa che la massima energia solare penetra nelle celle solari per la produzione di energia. Tutti questi vantaggi portano a una cosa: una migliore efficienza dei pannelli solari ETFE.

Leave a Reply