Che succede se cortocircuito l’uscita di un pannello solare?

Le celle solari sono classificate in base alla loro corrente di cortocircuito. Mettere in cortocircuito un pannello solare in generale non lo danneggerà. Quindi non danneggerai un pannello solare cortocircuitandolo. I pannelli solari sono progettati proprio per funzionare in modo continuo molto vicino alla loro corrente di cortocircuito. Va bene cortocircuitare i pannelli solari, ma non va bene cortocircuitare l’uscita del regolatore di carica. Molti pannelli hanno il controller di carica integrato e, in tal caso, un cortocircuito potrebbe causare danni permanenti.

Il cortocircuito di un pannello fotovoltaico

Il cortocircuito di un pannello solare non dovrebbe danneggiarlo se non si scalda troppo in qualche modo. Per testarlo, accendilo e osserva la tensione a circuito aperto, quindi attaccaci un carico e guarda la tensione. Se i numeri sono ragionevoli, allora il pannello va bene.

Un buon test rapido di un pannello solare è farlo cortocircuitare in un amperometro. Sebbene sia ipotizzabile che un pannello solare possa essere danneggiato durante il funzionamento in cortocircuito, in tal caso è difettoso e sarebbe stato danneggiato anche facendolo funzionare al punto di massima potenza di progetto.

Il punto di funzionamento ottimale di un pannello solare è in genere circa il 90%+ della sua corrente di cortocircuito e circa il 70%-85% della sua tensione di circuito aperto. Più efficiente è un pannello, maggiore è la sua tensione operativa ottimale come percentuale della tensione a circuito aperto. (L’ideale è in genere circa l’85% di Voc.)

La differenza di dissipazione nel pannello tra punto di lavoro ottimale e cortocircuito è talmente vicina da essere trascurabile. Questo perché un pannello solare è quasi una fonte di corrente costante: è effettivamente progettato per funzionare a una corrente molto vicina al cortocircuito.

Il diagramma seguente mostra le caratteristiche tipiche dei pannelli solari.

Il termine tecnico per “livello di sole” è “insolazione”. Il diagramma a sinistra mostra il risultato della variazione del livello di luce o dell’insolazione: 1000 Watt per metro quadrato vengono solitamente utilizzati per le specifiche di uscita nominale.

L’insolazione massima effettiva di solito si verifica a mezzogiorno a metà estate e può essere leggermente inferiore a 1000 W/metro^2 fino a circa 1300 W/m^O in alcune località. Non dicono quale sia la temperatura, ma questa sarà in ogni caso a temperatura costante – di solito vengono utilizzati 25 gradi Celsius a scopo di confronto.

Il diagramma di destra mostra il risultato della variazione della temperatura del pannello quando esposto alla piena luce solare. In tutti i casi si vedrà che la corrente del pannello è molto vicina alla costante su qualsiasi curva scelta mentre la tensione varia nel suo intervallo. Una tensione di 0 (a sinistra) corrisponde a un cortocircuito e la tensione massima (a destra) corrisponde a un circuito aperto.

All’avvio del caricamento del pannello, la tensione diminuisce e la corrente sale rapidamente fino a raggiungere il valore di cortocircuito quando viene applicato più carico. Per la maggior parte della sua portata, la corrente è molto vicina alla sua corrente di cortocircuito.

Puoi spegnere un pannello solare?

Sì, puoi disattivare un pannello solare. Realisticamente, è improbabile che tu ne abbia bisogno. Per la maggior parte, i pannelli solari vengono spenti solo quando è necessaria la manutenzione.

Se hai intenzione di eseguire personalmente la manutenzione dei pannelli o hai qualche altro motivo per dover interrompere l’alimentazione, ecco cosa puoi fare.

  • Innanzitutto, devi capire che ci sono due lati del tuo pannello. Il lato AC e il lato DC. Quando si spegne il pannello, è necessario iniziare con il lato AC.
  • Vai alla tua scatola del misuratore e spegni l’alimentazione principale dell’inverter CA.
  • Successivamente, spegnere l’interruttore AC.
  • Quindi, passa allo spegnimento del lato CC andando alla scatola del combinatore sul sistema e spegnendo l’interruttore o l’interruttore CC.

Dopo aver eseguito questi passaggi, il pannello è spento ed è possibile lavorarci sopra. Può sembrare un sacco di lavoro per spegnere un’apparecchiatura, ma è importante seguire tutti i passaggi per prevenire il rischio di scosse elettriche.

Come si riaccende il pannello solare?

Hai finito con la manutenzione e sei pronto per riaccendere il tuo pannello, ma come lo fai?

  • Riaccendi l’interruttore o l’interruttore CC.
  • Quindi, riattivare l’alimentazione principale dell’inverter CA.
  • Se per qualche motivo il sistema non si riavvia, dovrai contattare un professionista o il tuo fornitore di energia solare.

È possibile spegnere un pannello solare in caso di emergenza?

Potresti aver notato che lo spegnimento dei pannelli solari può richiedere del tempo, ma cosa succede se non hai tempo?

In caso di emergenza, come un incendio, è importante disporre di un piano per proteggere i pannelli solari.

Attualmente, la migliore opzione disponibile per spegnere i pannelli in caso di emergenza è una “coperta liquida”. Pensa a questo come a un estintore specifico per i pannelli solari.

Il polimero a base d’acqua forma un rivestimento quando viene spruzzato sul pannello solare, impedendo al sistema di produrre corrente elettrica.

Leave a Reply