Come riscaldare una serra con i pannelli fotovoltaici

Mantenere una serra è vantaggioso, soprattutto se vuoi goderti un raccolto tutto l’anno. Tuttavia, ci sono alcuni avversari durante i mesi invernali, quindi è necessario riscaldare la serra. La buona notizia è che puoi evitare di avere bollette elevate imparando a riscaldare una serra con i pannelli solari fotovoltaici! L’energia solare viene utilizzata per creare energia pulita per riscaldare una serra. Oltre al riscaldamento i pannelli solari vengono utilizzati anche per alimentare sistemi di irrigazione automatica, illuminazione o quant’altro sia alimentato a 110V o 220V. Che ci crediate o no, il mondo sta lentamente cambiando per diventare un posto migliore! Se vuoi essere parte del cambiamento, impara a riscaldare una serra con i pannelli solari.

I due tipi di serra riscaldata con il sole

Sistema di serra solare attivo

Un sistema di serra solare attivo funziona ricevendo energia dal sole e convertendola in energia elettrica. L’energia viene catturata, immagazzinata e fatta circolare attraverso l’uso di dispositivi esterni come radiatori, pompe dell’acqua e ventilatori. Senza questi dispositivi, l’energia solare non può essere utilizzata per riscaldare una serra.

I collettori solari per un sistema solare attivo sono pannelli fotovoltaici piatti. Questi pannelli sono dispositivi stabili e inamovibili che utilizzano liquido e aria per raccogliere e convertire energia. Quelli che utilizzano il liquido sono chiamati collettori idronici mentre quelli che utilizzano l’aria sono chiamati collettori d’aria.

Uno dei vantaggi dell’utilizzo di un sistema di serre solari è che non dipende solo dal sole poiché ci sono dispositivi esterni che immagazzinano l’energia. A parte questo, non ha alcun rumore e il riscaldamento del pannello lo mantiene pulito in qualsiasi condizione atmosferica.

In termini di svantaggi, i dispositivi esterni necessari per il sistema solare possono essere costosi. Inoltre, sostenere le apparecchiature nel sistema solare attivo è più costoso di quello passivo.

Sistema di serra solare passivo

A differenza del sistema di serra solare attivo, un sistema di serra solare passivo non utilizza dispositivi esterni. Tuttavia, dipende dalla struttura e dalla costruzione della serra. L’energia che viene raccolta dal sole viene immagazzinata sulla massa termica, un oggetto che trattiene il calore come rocce, pareti e pavimenti di cemento e serbatoi d’acqua.

L’idea alla base del sistema solare passivo è che isola la serra durante la notte per mantenerla calda. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di sistema è che la massa termica si riscalda facilmente ma si raffredda lentamente.

Anche se non devi spendere per dispositivi esterni, devi avere i vetri delle finestre giusti in modo che il riscaldamento abbia successo. Tende anche a surriscaldarsi se vivi in ​​una regione calda.

Come realizzare una serra solare fotovoltaica

Pannello solare

Se hai intenzione di costruire un riscaldatore solare da 250 watt, devi preparare un kit di pannelli solari da 500 watt. Esistono diversi tipi di pannelli solari disponibili per le serre.

Il tipo più costoso di pannello solare è il pannello solare monocristallino. A differenza dei pannelli solari policristallini, il silicio viene tagliato in strisce. Queste sottili strisce di silicio catturano l’energia solare e la convertono in elettricità subendo il processo fotovoltaico.

Un pannello solare policristallino, invece, è costituito da celle fotovoltaiche. Questo è ampiamente utilizzato nelle configurazioni solari domestiche perché è più conveniente rispetto ad altri pannelli solari. Si ottiene sciogliendo il silicone e inserendolo negli stampi quadrati del pannello.

Un’altra opzione che puoi scegliere è il pannello solare a film sottile. È leggero e flessibile, quindi è ideale per l’uso su tetti curvi. È costituito da sottili lastre fotovoltaiche sovrapposte.

Stufa

Ci sono due opzioni che hai nella scelta di un riscaldatore. Puoi avere un’unità di riscaldamento da 12 volt CC o un riscaldatore AC da 250 watt. Se preferisci un’unità di riscaldamento a 12 volt CC, puoi collegarla direttamente al regolatore di carica.

È inoltre possibile utilizzare un riscaldatore AC da 250 watt collegandolo tramite un controller di carica utilizzando un controller da CC a AC. Se preferisci questo, puoi anche utilizzare dispositivi con 230 volt nella tua serra come lampadine, ventilatori e condizionatori d’aria.

Batterie di riserva

Se vuoi far funzionare un’unità di riscaldamento da 250 watt, puoi utilizzare una batteria al piombo acido da 100 Ah. Una batteria può fornire 4,8 ore di autonomia per la tua unità di riscaldamento. È possibile aggiungere più batterie se si desidera aumentare il tempo di backup dei pannelli solari.

Come trasformare la tua serra in solare fotovoltaica

Fai un piano

Dopo aver scelto il tipo di sistema di serra solare che preferisci, fai un piano. Controlla il luogo in cui installerai i pannelli solari. Se hai intenzione di metterlo sul telaio, misura se è abbastanza grande da ospitare tutti i pannelli solari. Inoltre, deve essere in grado di sostenere il peso dei pannelli.

Posizionare i supporti per i pannelli solari

Per garantire che i pannelli solari non scivolino via, è importante posizionare supporti come maniglie, chiavistelli e staffe. Si consiglia vivamente di acquistare un sistema di guide di montaggio. Questo ti aiuterà a regolare la posizione dei pannelli in qualsiasi angolazione tu preferisca. Non esitare ad aggiungere supporti se pensi che quello che hai ora non sia abbastanza.

Isolare i fili e collegarli

Devi prima isolare i fili e renderli impermeabili. Per evitare scosse elettriche, mettere un filo di terra dall’hardware di montaggio collegato a terra. Successivamente, collegare con cura tutti i fili dei pannelli insieme.

Installa l’impianto fotovoltaico

Nell’installare l’impianto fotovoltaico, è necessario scegliere un luogo in cui abbia una ventilazione sufficiente ma non ci sia umidità. Puoi posizionarlo in un posto grande come il tuo garage. Una volta terminata l’installazione, non dimenticare di metterci sopra una copertura protettiva.

Leave a Reply