Come scegliere il migliore caricabatterie solare USB

Al giorno d’oggi, la tecnologia fa parte della vita quotidiana. Il controllo di messaggi di testo, e-mail e account di social media è qualcosa che la maggior parte di noi fa con regolarità. Ci sono vari dispositivi accattivanti là fuori che possono aiutarti a farlo mentre sei in giro, inclusi smartphone, tablet e laptop. Il problema è che tutti questi dispositivi hanno una carica della batteria limitata. Le batterie del telefono, dell’iPad o del computer con il tempo perderanno la carica e il particolare dispositivo “morirà”.

E non c’è niente di peggio che vedere la temuta barra della batteria lampeggiare vuota e spegnere proprio il dispositivo che ti tiene connesso al mondo moderno. Un pannello solare portatile ricaricherà le tue batterie e ti ricollegherà al World Wide Web.

Avere un pannello solare portatile ti permetterà quindi di fare due cose contemporaneamente: fuggire per il fine settimana ed al tempo stesso essere disponibile per lavoro, amici o famiglia. Infatti, nonostante il fatto che oggi i telefoni cellulari abbiano sempre più batterie di capacità maggiore, sono ancora insufficienti per poter sopportare più di un giorno di autonomia con facilità.

Cosa è un caricabatterie solare e quando è utile

Un caricabatterie solare è la risposta a tutte le tue esigenze di alimentazione mentre sei nel bel mezzo del nulla e devi aggiungere un po’ di energia al tuo smartphone, laptop, tablet o altro dispositivo elettrico. Non devi più andare in giro senza corrente o cercare ore e ore una presa elettrica disponibile da usare. Con un caricabatterie solare, utilizzi semplicemente l’energia del sole per alimentare il tuo dispositivo.

Quasi tutti possono trarre vantaggio da un caricabatterie solare. La maggior parte di noi oggi si sente completamente persa senza i nostri comfort, e questo include i nostri telefoni. Quindi, per garantire che continuino a funzionare ovunque ti trovi nel mondo, è necessario un caricatore solare portatile. Alcune delle situazioni più ovvie in cui questi dispositivi sono utili includono l’escursionismo o il campeggio.

Ma anche le squadre di soccorso potrebbero trarre grandi vantaggi dall’utilizzo di caricabatterie solari, poiché portano con sé molte apparecchiature elettriche vitali. Come chiunque ami trascorrere del tempo all’aria aperta. I caricabatterie solari hanno perciò avuto un grande boom negli ultimi anni. Sono però disponibili in una grande varietà di modelli.

Tanto che a volte sembra faticoso scegliere il migliore per il tuo smartphone o per altri dispositivi elettronici.  Ci sono molti diversi caricabatterie solari disponibili per l’acquisto in questo momento che hai letteralmente l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, a meno che tu non sappia qualcosa sui caricabatterie solari, scegliere quello giusto per soddisfare le tue esigenze può essere un incubo assoluto. Ecco cosa dovresti cercare quando acquisti un caricabatterie portatile fotovoltaico USB.

Valuta la capacità energetica di cui necessiti

Il tempo necessario per la ricarica del dispositivo varia in base a una serie di fattori diversi, il più importante è l’uscita di amperaggio di cui è capace il dispositivo. Una batteria completamente carica con una potenza nominale di 1 o 2 ampere dovrebbe essere più che sufficiente per caricare uno smartphone abbastanza rapidamente. L’altro fattore da tenere a mente sono i milliampere (mAh) di qualunque cosa tu stia caricando. Maggiore è la capacità, più tempo ci vorrà per caricarsi completamente.

La prima cosa da considerare, quindi, è la capacità energetica. Può sembrare ovvio, ma non puoi acquistare un caricabatterie solare portatile senza prima sapere quanti milliampere ha il tuo dispositivo. Ad esempio, se il tuo telefono ha una batteria da 2.000 mAh, dovresti acquistarne almeno uno da 4.000 mAh (il doppio dell’amperaggio), per poterlo ricaricare un paio di volte.

In molti casi, vediamo come i venditori vendano caricabatterie da 2.000 mAh per i loro dispositivi da 3000 mAh o più, il che significa che non hanno nemmeno una singola carica. L’amperaggio è un punto chiave da considerare, quindi fai un paio di calcoli prima di acquistare qualsiasi cosa. Un altro punto importante da considerare è l’amperaggio in uscita. Facciamo alcuni esempi:

  • Uscita 1A: questo caricabatterie ha una potenza massima di 1000 mAh/ora
  • Uscita 2A: questo caricabatterie ha una potenza massima di 2000 mAh/ora
  • Uscita 2,4 A: questo caricabatterie ha una potenza massima di 2400 mAh/ora.

Ciò significa che se, ad esempio, il tuo dispositivo ha 2000mAh e acquisti un caricabatterie solare portatile con uscita da 2A, in un’ora dovrebbe essere caricato. Ciò dipende dal tuo dispositivo, poiché non tutti consentono la ricarica a un amperaggio così elevato; la cosa normale è che il carico sia di circa 1000 mAh/ora. Ma qual è il wattaggio del caricabatterie solare di cui ho bisogno?

Se tutto ciò di cui ti devi preoccupare è mantenere carico uno smartphone, allora un caricabatterie da 4-5 watt andrà bene. Ma se hai un iPhone affamato di energia avrai bisogno di un caricabatterie da 7 watt e per gli iPad, avrai bisogno di circa 15 watt. Una cosa da tenere a mente è che i caricabatterie con un basso wattaggio caricano molto più lentamente di quelli con un wattaggio più alto.

Come guida approssimativa, ci vorranno circa 3-4 ore per caricare uno smartphone con un caricabatterie da 4-6 watt e circa 1-2 ore se ne utilizzi uno con un wattaggio maggiore. Inoltre, questo tempo è riferito alle ore in cui puoi disporre di una piena luce naturale elevata (caratterizzata da bordi delle ombre netti), poiché con la luce artificiale la ricarica avverrà molto più lentamente.

Qualità: economico finisce per essere costoso

Se tu avessi un Galaxy S7 edge e potessi rimuovere la batteria, compreresti una batteria cinese per 5 euro? Se la risposta è no, considera che acquistare un caricabatterie portatile estremamente economico potrebbe non essere una buona idea. Per meno di 50 euro esistono alcuni eccellenti caricatori solari portatili acquistabili comodamente online, quindi non giocare e comprane uno decente.

La batteria è importante per il telefono e maggiore è la qualità della carica, più cicli dureranno. A nostro avviso, non vale la pena risparmiare qualche euro per finire per danneggiare la batteria, pertanto acquista un caricabatterie solare di qualità. Puoi capire se è di qualità dai dettagli.

Ad esempio, molti caricatori portatili non includono un display a LED su quanta energia è rimasta. Con i caricabatterie portatili ad alta capacità è fondamentale sapere quanta energia è rimasta durante la ricarica, nonché informarci che la carica residua della batteria è scarsa. Si consiglia quindi di scegliere un caricatore portatile che ci mostri quanto tempo di ricarica ti resta e quando dovremmo ricaricare la batteria stessa.

Non è consigliabile utilizzare un caricabatterie portatile solare esclusivamente per il tuo smartphone. Trovane e scegline uno che possa caricare tre o più dispositivi diversi: cellulare, tablet, smartwatch. Quando si acquista un caricabatterie solare portatile, occorre prestare attenzione al numero di porte di uscita USB che possono caricare vari dispositivi insieme.

Con l’arrivo della porta USB Type-C e della ricarica rapida Quick Charge negli smartphone, si consiglia di cercare power bank che abbiano queste tecnologie per ricaricare più velocemente i nostri dispositivi. Se anche lo smartphone che possiedi supporta la porta Type-C, dovresti considerare seriamente l’utilizzo di questa opzione anche se il prezzo del relativo caricatore portatile sarà di poco superiore.

La maggior parte dei caricabatterie solari standard sono ovviamente dotati di porte USB. Il problema non è che tutti i dispositivi vengono caricati in questo modo. Molte fotocamere, ad esempio, utilizzano adattatori speciali per la ricarica. Quindi, prima di effettuare l’acquisto, assicurati di pensare a cosa devi caricare e se avrai bisogno di adattatori speciali non forniti per farlo.

Materiali, dimensioni, peso, usabilità

I materiali uno degli aspetti più importanti da considerare quando si acquista un caricabatterie solare. Poiché il tuo caricabatterie solare sarà sempre in movimento con te e fuori al sole, devi assicurarti che il modello che scegli sia adatto al suo scopo. Dovrebbe essere leggero ma resistente. E a meno che tu non sia un ottimo meteorologo o sappia che non sperimenterai mai pioggia, potresti prendere in considerazione anche un modello impermeabile o almeno resistente all’acqua.

Dimensioni e peso sono altre caratteristiche piuttosto importanti da considerare quando sei in movimento. Se non vuoi trasportare il caricabatterie molto lontano, non importano troppo. Ma se riesci a trovare un modello compatto o pieghevole, ti farà risparmiare spazio e peso nel caso avessi bisogno di portarlo più lontano. Come regola generale, più porte USB ha il dispositivo, più sarà grande.

Quando sei in movimento e la batteria del tuo telefono sta per consumare il suo ultimo grammo di energia, l’ultima cosa che vuoi fare è armeggiare con un dispositivo eccessivamente complicato cercando di ottenere un po’ di energia. Ci sono molti modelli relativamente facili da usare, ma alcuni sono più problematici di quanto valgano. Quindi prenditi il ​​tuo tempo e fai una piccola ricerca prima di effettuare l’acquisto per evitare di finire nella situazione di cui sopra.

Molte persone pensano che per quello che sono, i caricabatterie solari siano costosi. Tuttavia, se si considera quello che fanno e quanto bene lo fanno, mi permetto di dissentire. Questi dispositivi possono farti uscire da una situazione difficile quando ne hai più bisogno e sono perfetti da portare a festival, in campeggio, lunghi viaggi in macchina, etc.

In generale, sono molto utili in qualsiasi posto in cui potresti essere senza alimentazione per un po’. Il motivo principale per cui differiscono nel prezzo è normalmente dovuto alle diverse caratteristiche che hanno. Ma ricorda solo che quando paghi per il tuo prossimo caricabatterie solare è che si tratta di un investimento piuttosto che di un altro acquisto inutile.

Leave a Reply