Come scegliere una power bank solare

Le power bank solari sono un dispositivo essenziale per gli appassionati di outdoor e offrono un modo per mantenere carichi i telefoni cellulari, le fotocamere e altri gadget quando l’elettricità è scarsa. Sono preziose anche quando condizioni meteorologiche avverse o sbalzi di tensione causano interruzioni diffuse. Questi dispositivi portatili e convenienti si sono evoluti in diversi stili, ma i due più comuni hanno le dimensioni di un telefono cellulare e hanno un singolo pannello solare o più pannelli pieghevoli espandibili.

I caricatori solari con un pannello solare fotovoltaico sono più compatti, ma anche più lenti da ricaricare utilizzando l’energia del sole. Più pannelli possono velocizzare un po’ le cose, ma spesso sono più voluminosi. Il modo più veloce per ricaricare entrambi è collegare una USB a una fonte di alimentazione tradizionale e immagazzinare l’energia. Una volta che la power bank è stato rifornita, i vari dispositivi elettronici possono ancora essere caricati sul dispositivo all’interno o di notte.

Per chi è utile una power bank solare?

Escursionisti e campeggiatori

Se l’accesso a una presa di corrente sarà quasi inesistente e l’utilizzo del tuo dispositivo sarà semi-limitato, una power bank con la massima capacità di ricarica solare sarebbe la soluzione migliore per te.

Allo stesso tempo, però, è anche importante scegliere qualcosa che possa resistere agli elementi. Le power bank con più pannelli solari tendono ad essere più fragili. Quindi trovare la via di mezzo tra capacità durevole, resistente alle intemperie e di ricarica sarà fondamentale.

Viaggiatori a breve termine

La domanda chiave qui è “Quanta carica posso ottenere da esso?” Di solito i viaggiatori a breve termine non avranno bisogno di fare affidamento sulla capacità di ricarica solare. Anche se la loro destinazione è piuttosto remota, le power bank tendono a consentire molte cariche. Tuttavia, una power bank solare è più utile di una normale power bank.

Questo perché stendere il pannello fotovoltaico solo una o due volte durante una breve vacanza per alcune ore può dare alla power bank abbastanza energia per farti andare avanti un altro giorno. Per gli usi quotidiani dei dispositivi di base, dovrebbe essere più che sufficiente.

Prepper

Che tu ti stia preparando per un imminente disastro naturale o per l’apocalisse zombi, un caricabatterie solare è una parte essenziale di qualsiasi kit di emergenza. Una power bank è molto utile perché immagazzina la carica. Così puoi assicurarti di essere pronto per quando il disastro colpisce, non solo quando il sole è andato via dopo il fatto.

Potresti cercare power bank che mantengano bene la loro carica. In questo modo, puoi preparare il tuo kit. Puoi essere certo che non importa quando ne hai bisogno, devi solo accendere il power bank. Sarà pronto per partire e per darti una certa indipendenza energetica.

Come valutare le migliori power bank solari

Come abbiamo sottolineato, essendo dispositivi così piccoli, le power bank solari possono avere molte variazioni tra i dispositivi in ​​molti modi diversi. Perciò, consideriamo:

Numero di volte in cui può caricare un dispositivo medio

Quando diciamo “dispositivo medio” ci riferiamo ai nuovi smartphone più comuni. Questi includono iPhone o dispositivi Samsung. I telefoni più vecchi potrebbero essere in grado di ottenere più carica dalla power bank. I dispositivi più grandi e che richiedono più energia, come i tablet, probabilmente ne avranno meno.

La carica può dipendere anche da fattori esterni. Questi includono il cavo che stai usando. Quindi tieni presente che questi numeri sono medie in condizioni ideali. Come con alcuni degli altri fattori, è un buon punto di riferimento comparativo. Una power bank solare con una media più alta ne caricherà più di una con una media più bassa. Ciò vale anche se i numeri non sono esatti.

Tempo necessario per caricare completamente utilizzando l’energia solare

Per molti delle power bank solare sul mercato, la risposta è molte ore. Questo perché i pannelli solari sono piuttosto piccoli. E le batterie che stanno caricando hanno generalmente una capacità molto grande. Quindi caricarli completamente richiede una quantità significativa di energia.

I pannelli solari dipendono anche molto dall’ambiente circostante. È anche possibile fornire solo una media. Le power bank solari in condizioni di sole ottimali si caricheranno molto più velocemente rispetto a quando lasci la tua power bank solare all’aperto per caricarsi in una giornata nuvolosa.

Detto questo, anche ottenere poche ore di ricarica sulla tua power bank solare è spesso utile per alcune ricariche del tuo telefono cellulare o di un altro piccolo dispositivo. Quindi non allarmarti per i numeri alti.

È anche importante ricordare che, per alcune delle power bank solari, l’uso previsto per la funzione di ricarica solare è di emergenza. Non è destinata a essere una fonte di ricarica primaria. Quindi non tutte sono progettate con l’idea di caricare da zero in mente. Piuttosto, sono progettate per essere un mantenimento della carica. Questo dovrebbe richiedere molto meno tempo.

Altri fattori da valutare nella scelta di una power bank solare

Anche se acquisti una power bank ad alta capacità, alla fine la batteria si esaurirà dopo un certo periodo di tempo. Questo può essere un grosso problema se trascorri molto tempo viaggiando lontano da casa. In tal caso, acquistare qualcosa come una power bank solare con pannelli solari integrati può essere un’ottima opzione. Ma assicurati di seguire questa guida all’acquisto dettagliata:

  1. Capacità

La prima cosa da controllare prima di acquistare qualsiasi tipo di power bank è la sua capacità. Anche con una power bank solare, ti dice semplicemente quanto tempo durerà la tua power bank con una singola carica. Ciò include valutazioni come 20000 mAh, 30000 mAh o anche superiori. In genere si consiglia di utilizzare una banca di energia solare con il punteggio più alto possibile. Ciò è dovuto al fatto che una power bank da 30000 mAh durerà molto più a lungo di una da 20000 mAh e potrà ricaricare facilmente il tuo smartphone più volte.

  1. Uscita massima

Se si utilizza una power bank ad alta capacità per caricare più volte lo smartphone prima di esaurire la batteria, è necessario controllare anche la potenza nominale massima in uscita. Questa valutazione ti dice semplicemente le velocità di ricarica offerte dalla tua banca di energia solare ed è espressa in watt. Di solito, troverai valori di uscita massimi come 10 watt, 12 watt, 15 watt e persino 18 watt in alcuni casi. Con una power bank da 18 watt, puoi caricare rapidamente il tuo smartphone e risparmiare molto tempo rispetto a una power bank da 10 watt.

  1. Porte

Un’altra cosa da controllare durante l’acquisto di power bank è il tipo e il numero di porte offerte dalla tua power bank solare. Come ci si aspetterebbe, avere più porte di input e output su una power bank è molto importante. Pertanto, la maggior parte di esse offre 2 porte di uscita e persino 2 porte di ingresso in alcuni casi. Per l’output, generalmente troverai porte USB di tipo A in modo da poter utilizzare qualsiasi cavo di tua scelta. Alcune power bank potrebbero anche avere una porta USB di tipo C che offre supporto sia in ingresso che in uscita per un’elevata versatilità. Oltre a questo, potresti anche trovare una seconda porta micro USB su alcuni modelli di power bank in modo da poterla caricare come preferisci.

  1. Garanzia

Oltre ad offrire una lunga durata della batteria, una power bank dovrebbe durare anche a lungo in modo da non doverne acquistare uno nuovo ancora e ancora. Per fortuna, questo può essere facilmente garantito semplicemente controllando la durata della garanzia offerta dalla tua power bank solare. Mentre la maggior parte dei modelli disponibili sul mercato viene fornita con una garanzia di 1 anno, alcuni modelli hanno anche una garanzia di 2 anni che li rende un’opzione molto più affidabile.

Leave a Reply