Cosa posso alimentare con un inverter a onda modificata?

Tutti gli inverter convertono l’alimentazione CC (che è l’energia immagazzinata nelle batterie) in alimentazione a corrente alternata (AC), che è l’energia a 50 Hz fornita dalla compagnia elettrica e usata normalmente a casa tua. I dispositivi elettronici necessitano di alimentazione AC per funzionare, ma gli inverter di potenza generalmente emettono potenza in due forme, onda sinusoidale modificata e onda sinusoidale pura. Quali dispositivi si possono alimentare con un inverter a onda modificata?

Inverter a onda sinusoidale pura e modificata: qual è la differenza?

Esistono due differenze principali tra un inverter sinusoidale puro e modificato: efficienza e costo. Gli inverter a onda sinusoidale pura sono bravi in ​​due cose: alimentare in modo efficiente dispositivi che utilizzano la corrente alternata (AC) e dispositivi come le radio che possono subire interferenze. Ma possono essere costosi. D’altra parte, un inverter a onda sinusoidale modificata può produrre qualche interferenza, risultando in una corrente meno che pura, ma sono meno costosi.

Idealmente, se vuoi produrre AC, vuoi che la tua forma d’onda sia il più vicino possibile a quella prodotta dalla rete elettrica. Più efficiente, migliore per apparecchiature sensibili, meno rumori armonici e interferenze e un’efficienza energetica di gran lunga migliore.

In poche parole, la potenza dell’onda sinusoidale pura fluisce in onde uniformi e arcuate, mentre la potenza dell’onda sinusoidale modificata fluisce verso i tuoi dispositivi in ​​onde quadre grosse. Le onde quadre stanno dando potenza al tuo dispositivo “tutto o niente”, per così dire. Il tuo dispositivo funzionerà correttamente oppure no. La potenza  sta arrivando in modo meno fluido.

Guadagnare la potenza che scorre in onde sinusoidali modificate non avviene in modo pulito ed efficiente: non fluisce al dispositivo come “pura”. Alcuni dispositivi riceveranno ugualmente la potenza di cui hanno bisogno per funzionare, ma quando si tratta di dispositivi come ventole, TV, radio e luci, tenderanno a ronzare, poiché sono un po’ più “caldi”, a causa del modo in cui la corrente fluisce verso di essi.

Lo svantaggio di far funzionare i tuoi dispositivi con un’onda sinusoidale modificata è che funzioneranno in modo meno efficiente, il che di solito comporterà il malfunzionamento del dispositivo o dell’elettrodomstico, interferenze o “ronzio”.

Per i dispositivi che non sono sensibili, come un aspirapolvere o una pompa dell’acqua, potrebbe non avere alcuna importanza per te. Useranno un po ‘più di potenza e faranno un po’ più di rumore. Ma, per i dispositivi che necessitano di un flusso uniforme di energia per funzionare correttamente, come gli utensili elettrici a velocità variabile, otterrai tutto o niente. Non importa quanto forte o dolcemente premi il grilletto del tuo trapano elettrico, sarà a piena velocità o spento.

Ciò non significa che un frullatore con impostazioni diverse non possa essere utilizzato a un’impostazione alta o bassa; certamente può. Ma poiché stanno ottenendo energia che è meno efficiente, i dispositivi che utilizzi con alimentazione a onda sinusoidale modificata possono consumarsi prima che se funzionassero costantemente tramite pura potenza a onda sinusoidale, come quella fornita nelle case.

Come scegliere il tipo giusto di inverter

Ci sono un sacco di articoli disponibili online che analizzano la differenza tra quelli che chiamano inverter di potenza a onda sinusoidale pura e inverter di potenza a onda sinusoidale modificati. Molti utenti, però, vogliono solo sapere se possono scegliere un inverter di potenza a onda sinusoidale modificata meno costoso e continuare a far funzionare i propri dispositivi.

Se non sei sicuro al 100% su quale tipo di inverter ti si addice meglio, poniti queste domande:

  • Il mio dispositivo o apparecchio utilizza un motore?
  • Il mio dispositivo è un’apparecchiatura medica delicata?
  • Il mio dispositivo o apparecchio utilizza un raddrizzatore?
  • Il mio dispositivo può essere alimentato da un adattatore CC?

Se hai risposto sì a una delle prime due domande, potresti aver bisogno di un inverter a onda sinusoidale pura. Se hai risposto sì a una delle seconde domande, probabilmente starai bene senza una. Se non sei sicuro che i tuoi apparecchi possano funzionare su un inverter a onda sinusoidale modificato, verifica sempre con il produttore.

Che possa alimentare con un inverter a onda sinusoidale modificata?

Gli inverter a onda sinusoidale modificata possono essere utilizzati in sistemi semplici senza elettronica sensibile. Se non c’è un motore a corrente alternata e non è un’apparecchiatura medica delicata, potresti stare bene. I vecchi televisori a tubo, le pompe dell’acqua e i caricabatterie del telefono di solito funzionano bene con un inverter a onda sinusoidale modificata.

Apparecchi come frigoriferi, microonde e compressori che utilizzano motori AC, invece, non funzioneranno in modo altrettanto efficiente su un inverter a onda sinusoidale modificato. Alcune luci fluorescenti non funzioneranno altrettanto luminose e alcune potrebbero ronzare o emettere rumori ronzanti.

Per far funzionare carichi resistivi tipici come luci ed elettrodomestici, un inverter a onda sinusoidale modificata è una scelta affidabile ed economica. È possibile utilizzare un inverter a onda quadra modificata o “quasi sinusoidale” per tutto ciò che non ha un carico induttivo e non ha una grande corrente di spunto.

Più facile dire quale tipo di carico non è adatto per un tale inverter: apparecchiature motorizzate, frigoriferi, stampanti laser, illuminazione fluorescente, tutto ciò che richiede un trasformatore come parte della sua alimentazione, apparecchiature audio, radio e video.

Sebbene gli inverter a onda sinusoidale modificata non producano una replica perfetta della vera potenza a onda sinusoidale AC, forniscono un’opzione conveniente che per molte applicazioni di alimentazione mobile è perfettamente adeguata. Un inverter a onda sinusoidale modificata è una soluzione di alimentazione mobile affidabile ed economica per la maggior parte delle applicazioni.

Cosa ha bisogno per funzionare di un inverter a onda sinusoidale pura?

Essenzialmente i seguenti apparecchi o elettrodomestici:

  • Apparecchi con motori AC: microonde e frigoriferi
  • Apparecchiature mediche, come macchine CPAP con umidificatori
  • Elettronica sensibile
  • Stampanti laser
  • TV più recenti
  • Apparecchi con timer elettronici o orologi digitali.

Nota che il tuo laptop, o computer portatile, potrebbe funzionare bene con un inverter a onda sinusoidale modificato, anche se alcuni sostengono che il mancato utilizzo di un inverter a onda sinusoidale pura ridurrà la durata della batteria del tuo laptop.

Leave a Reply