È meglio un inverter monofase o trifase?

Se stai effettuando ricerche sul sistema di energia solare, potresti aver sentito parlare di diversi tipi di inverter solari, in particolare inverter monofase e trifase. A seconda della tua alimentazione elettrica (monofase o trifase) la tua decisione potrebbe diventare più semplice. Nella maggior parte delle case italiane, l’alimentazione è monofase, il che significa che un filo sotto tensione arriva dalla rete. L’alimentazione monofase è comunemente utilizzata nelle case australiane mentre l’alimentazione trifase preleva più energia dalla rete ed è utile per gestire carichi maggiori per grandi climatizzatori, piscine, riscaldatori, caricabatterie per auto elettriche, ecc.

Qual è la differenza tra alimentazione monofase e trifase?

Tutte le case e le aziende collegate alla rete in Italia utilizzeranno l’alimentazione monofase o trifase. Ecco le principali differenze tra i due:

Monofase

Utilizzata nella maggior parte delle nuove case e nelle piccole imprese, l’elettricità monofase viene trasportata tramite due fili: attivo e neutro.

L’elettricità dalla rete (o dal tuo impianto solare fotovoltaico) scorrerà solo attraverso un filo attivo, mentre il filo neutro è collegato a terra al quadro.

Lo scopo del cavo neutro della tua casa o della tua azienda è quello di fornire un percorso di ritorno al tuo centralino, la fonte della corrente elettrica, in caso di guasto. Ciò farà scattare l’interruttore o far saltare la miccia, interrompendo l’elettricità e impedendoti di rimanere fulminato.

Trifase

L’alimentazione trifase prevede quattro fili, di cui tre attivi, oltre ad un filo neutro, che è collegato a terra al quadro.

L’elettricità trifase è comune sia nelle case e nelle aziende più grandi, sia nelle case più vecchie, e consente cablaggi più piccoli e meno costosi e tensioni inferiori.

La scelta fra un inverter solare monofase o trifase

Se non si dispone di un impianto solare fotovoltaico, è possibile che non si abbia idea se si è collegati a un inverter solare monofase o trifase. Indipendentemente da quale hai, l’elettricità che usi è molto probabilmente fornita senza problemi a tutti i tuoi elettrodomestici, quindi non è davvero nulla di cui preoccuparsi.

Nel caso in cui si desideri installare un impianto solare fotovoltaico, tuttavia, le fasi contano. Per un collegamento monofase, dovrebbe essere installato un inverter solare monofase, abbastanza semplice.

Per un collegamento trifase, invece, sono disponibili diverse opzioni. Nella maggior parte dei casi l’opzione migliore e più semplice consiste nell’ottenere un inverter trifase, che distribuirà l’energia solare in modo uniforme su tutte e tre le fasi.

Un’altra opzione per un collegamento trifase è installare un inverter monofase su una delle fasi della casa (preferibilmente quella che consuma più elettricità/ha i carichi più pesanti). Gli svantaggi di questo approccio sono che:

  • se il sistema solare è troppo grande, l’inverter potrebbe “scattarsi” se la tensione per quella fase diventa alta;
  • l’energia solare potrebbe non fluire nella fase in cui è necessaria più.

Per questo motivo, con questo approccio è importante che il tuo installatore solare effettui una valutazione per determinare quale sia la fase migliore: se installi sulla fase sbagliata, l’energia generata dal tuo sistema solare potrebbe finire per essere sprecata.

La terza opzione consiste nell’installare più (fino a tre) inverter monofase, ciascuno su una propria fase. Tuttavia, questa potrebbe rivelarsi un’opzione più costosa rispetto al semplice utilizzo di un inverter solare trifase, quindi è importante consultare diversi installatori solari per raccogliere una varietà di citazioni e opinioni prima di prendere una decisione.

Inverter solare monofase vs. trifase

Un inverter solare monofase ha un filo sotto tensione che si collega alla tua casa. Mentre un inverter solare trifase ha 3 fili sotto tensione collegati alla tua casa.

Un inverter solare trifase invia l’elettricità in modo uniforme attraverso i 3 fili, riducendo al minimo il problema della caduta di tensione associato a un’alimentazione monofase. Va notato che un inverter solare trifase probabilmente costerà di più di un inverter monofase.

Quindi dovresti acquistare un inverter solare monofase o trifase?

Un inverter monofase di solito ha una capacità inferiore a 5kW. Ma se stai cercando un inverter più grande di 5kW e hai una potenza trifase nella tua casa, allora un inverter solare trifase è l’ideale. Se hai un’alimentazione monofase, hai solo bisogno di un inverter monofase.

Per un’alimentazione trifase la soluzione migliore è optare per un inverter trifase. Tuttavia, se il tuo sistema di energia solare è inferiore a 5kW, scegli un inverter monofase.

Vantaggi dell’inverter solare trifase

Gli inverter trifase hanno una capacità di oltre 5kW, fino a 30kW che consente agli utenti di installare un sistema solare ad alta capacità.

Gli inverter solari trifase gestiscono l’aumento di tensione e riducono la possibilità di guasti agli apparecchi dovuti alle alte tensioni poiché l’aumento di tensione in un collegamento monofase è superiore a quello dell’alimentazione trifase. Utilizzando un collegamento trifase, la potenza fornita alla rete viene distribuita in modo uniforme e porta alla stabilità della rete.

Aumenta la tensione della rete locale e i tuoi circuiti avranno meno possibilità di cortocircuito a causa di problemi di alta tensione.

Se viene scelto un inverter trifase, i consumatori possono soddisfare il loro fabbisogno energetico riducendo facilmente la loro dipendenza dalla rete per l’energia e portando a una riduzione delle bollette.

Leave a Reply