In che direzione devo orientare un pannello fotovoltaico?

Quando stai pensando di installare dei pannelli solari per adornare il tuo tetto e alimentare la tua casa, c’è molto da considerare e tenere presente. Oltre a quanta potenza può produrre ogni pannello fotovoltaico, di quanti pannelli avrai bisogno, di che dimensioni e quanto bene funzioneranno con il tuo tetto, dovrai anche considerare la direzione migliore per i pannelli solari per massimizzare la loro resa. Come avrai intuito, infatti, la direzione verso cui sono rivolti i tuoi pannelli può essere un fattore importante per la quantità di energia prodotta dal tuo sistema solare sul tetto.

In questo articolo, parleremo di un paio di opzioni per il posizionamento dei pannelli solari del tuo impianto fotovoltaico in base alle strutture tariffarie di diverse società di erogazione dell’energia elettrica.

Qual è la direzione migliore per i miei pannelli solari?

Il consiglio tradizionale dato dagli installatori è di posizionare i pannelli solari in modo che siano rivolti a sud. Questo perché, per quelli di noi che vivono nell’emisfero settentrionale, il sole è sempre lungo la parte meridionale del cielo mentre completiamo la nostra orbita annuale attorno ad esso.

Stando così le cose, la migliore pratica generale fino ad oggi è sempre stata quella di posizionare i pannelli solari rivolti a sud per catturare la massima quantità di luce solare complessiva. Tuttavia, i pannelli fotovoltaici possono essere orientati su qualsiasi tetto che si affaccia a sud sia ad est sia ad ovest. Quindi le direzioni come sud-ovest o sud-est vanno bene.

I pannelli montati su un tetto a falda standard rivolto a est o a ovest produrranno circa il 15% in meno di rendimento rispetto ai pannelli montati su un tetto esposto a sud di falda standard. Tuttavia, il rientro economico dall’installazione di pannelli solari su un tetto che non si affaccia a sud è minore per il proprietario della casa. I pannelli installati su un tetto esposto a sud-ovest o sud-est producono circa l’8% di energia in meno rispetto agli stessi pannelli con lo stesso clima su un tetto esposto a sud.

In generale, è risaputo nell’industria solare che i pannelli rivolti a sud dovrebbero essere inclinati di un angolo fra 30 e 40 gradi. Questo angolo varia ed è quasi uguale alla latitudine della tua casa (quanto sei a nord rispetto all’equatore). Il ragionamento alla base di questa scelta è garantire che la luce solare colpisca i pannelli con un angolo perpendicolare, che produce la maggior parte dell’energia. Esso aiuta anche la neve a scivolare via dai pannelli solari più facilmente durante l’inverno alle latitudini settentrionali.

Alcuni tetti sono già inclinati quasi perfettamente in un modo che consente agli installatori di fissare i pannelli a filo su di essi e di trovarsi comunque ad un ottimo angolo per catturare l’energia del sole. Altri tetti potrebbero essere più ripidi e altri piatti. A seconda del tipo di tetto che hai, ci sono diversi sistemi di montaggio per aiutarti a posizionare i tuoi moduli fotovoltaici in modo che possano produrre al meglio.

Quanto influirà la direzione del tetto sulla resa dei pannelli solari dipende sia dalla direzione del tetto che dall’inclinazione del tetto. Più piatto è il tetto, minore è la produzione di energia solare quando i pannelli sono rivolti a est o ovest piuttosto che a sud. Più è ripido, più è un problema. Oggi esistono online calcolatori di produzione solare online che calcola la produzione solare esatta che otterrai per la tua casa in base alla direzione e alla pendenza del tuo tetto.

E se il mio tetto non fosse rivolto a sud?

Idealmente, il tuo sistema di energia fotovoltaico sul tetto dovrebbe essere rivolto a sud per la massima efficienza. Naturalmente, questo non è sempre possibile: molti proprietari di case non hanno i tetti che guardano in quella direzione! Cosa fare in questo caso?

La buona notizia è che questo non è un rompicapo. Ci sono molti proprietari di case in Europa senza tetti rivolti a sud, che hanno installato pannelli solari e stanno godendo di enormi risparmi sulle bollette elettriche. Ecco alcune soluzioni alternative per i proprietari di case che non hanno i tetti rivolti a sud:

Installa comunque i pannelli solari sul tetto

È possibile installare pannelli solari rivolti a ovest o sud-ovest; in alcuni casi, questo risulta essere altrettanto o anche più redditizio a causa della fatturazione in base all’orario di utilizzo. Se anche questa non è un’opzione, puoi semplicemente installare più pannelli solari, che aiuteranno a compensare il ridotto livello di luce solare, sebbene l’investimento iniziale richiesto sia maggiore.

Installa i tuoi pannelli su una parete

Se il tuo tetto non è rivolto a sud, potresti invece installare moduli fotovoltaici su un muro esposto a sud. Funzionerà solo se il muro riceve molta luce solare diretta, cioè è relativamente privo di ombra. Alberi, cespugli o altri edifici che proiettano ombre sul muro renderanno i pannelli solari meno efficienti. Dovresti anche essere consapevole del fatto che l’installazione di pannelli solari verticalmente tende ad essere più costosa.

Installa un pannello solare a terra

Puoi anche installare un sistema fotovoltaico a terra nel tuo cortile. Ciò è meno costoso rispetto alla creazione di rack sul tetto o dell’appenderli a un muro, ma richiede molto spazio in giardino. Uno degli aspetti migliori dei pannelli solari a terra è la facile manutenzione. Puoi spazzolare via le foglie o la neve senza dover salire sul tetto.

Perché prendere in considerazione i pannelli solari rivolti a Ovest

I pannelli rivolti a sud funzionano bene quando si dispone di una struttura tariffaria standard basata su livelli con la società di fornitura elettrica. Questo sistema di tariffazione ti addebita l’elettricità in base a quanta energia usi in media. Se sei un grande consumatore di energia elettrica, ti verrà addebitata una tariffa minore rispetto a coloro che consumano meno energia in generale.

Se però si dispone di una struttura tariffaria per orario di utilizzo, i pannelli rivolti a ovest potrebbero avere più senso. Questo perché le tariffe per orario di utilizzo significano che ti verrà addebitato di più per l’elettricità durante i periodi di utilizzo di punta, piuttosto che in base al volume di utilizzo.

I periodi di utilizzo massimo sono quelli in cui la maggior parte delle persone avrà bisogno e utilizzerà energia. Per la maggior parte dei luoghi, questo valore è massimo nel tardo pomeriggio o in prima serata. Questo perché generalmente è quando torniamo da scuola o lavoriamo e gestiamo l’aria condizionata, cuciniamo la cena, facciamo i compiti, guardiamo la TV e qualsiasi altra attività che potrebbe richiedere elettricità per la luce e altri bisogni energetici.

Durante questo periodo, il sole si dirigerà verso l’orizzonte occidentale per tramontare. Se i tuoi pannelli solari sono rivolti a ovest, puoi catturare la luce solare durante il periodo più critico per la migliore produzione di energia. Il vantaggio qui è che puoi usare la potenza che i tuoi pannelli fotovoltaici stanno producendo “dal vivo”. Quando lo fai, eviti la necessità di estrarre energia extra dalla rete, il che significa che non ti verranno addebitate le tariffe più elevate. La differenza può essere notevole poiché è possibile generare il 50% di energia in più durante i picchi di fabbisogno di elettricità con pannelli rivolti a ovest.

Altri modi per ottimizzare la resa dell’impianto fotovoltaico

Ovviamente, un altro modo per aggirare le tariffe legate agli orari di utilizzo è installare una batteria a energia solare. Con una batteria, puoi immagazzinare energia durante le ore in cui la luce solare colpisce maggiormente i tuoi pannelli solari, sia che siano rivolti a sud che a ovest. Quindi puoi usare l’energia immagazzinata quando vuoi evitare alte tariffe da parte del fornitore.

Fino ad ora, abbiamo dedotto che il montaggio di pannelli solari fissi in entrambe le direzioni sud può aiutarti a ottenere un maggiore ritorno sull’investimento solare. Tuttavia, i sistemi di pannelli solari fissi rivolti a sud o a ovest possono produrre energia solo per un numero limitato di ore ogni giorno. In effetti, puoi inseguire il sole tutto il giorno e ottenere una produzione di energia solare ottimale, indipendentemente dalla stagione, dal luogo o dall’ora del giorno, usando un inseguitore solare.

I sistemi di inseguimento per pannelli fotovoltaici possono migliorare la resa di un sistema garantendo un’esposizione diretta e costante al sole, sia durante il giorno che in tutte le stagioni. Essi permettono di generare più elettricità utilizzando circa la stessa quantità di spazio dei sistemi fissi, specialmente durante i mesi autunnali e invernali. Ciò è particolarmente vero per gli inseguitori a due assi.

Sembra l’ideale, vero? Potresti anche chiederti: “Perché non tutti hanno un sistema di inseguimento?” Ebbene, il motivo è abbastanza semplice: gli inseguitori solari sono proporzionalmente molto più costosi del valore della potenza extra che producono. Se devo pagare un premio del 57% rispetto al costo di un sistema fisso per una soluzione che aumenterà la produzione solo del 25-30% circa, nella migliore delle ipotesi, è chiaro che quell’investimento ulteriore non è conveniente.

I ricercatori stanno lavorando ai modi in cui i pannelli solari possono ottenere la massima produzione di energia senza regolazioni manuali difficili e / o costose. Ad esempio, il sistema di automazione solare Smartflower si ispira alla vista di un girasole che gira per seguire il sole. Nonostante questi progressi, nessuna tecnologia attualmente offre una produzione di elettricità più conveniente rispetto ai tradizionali pannelli solari a montaggio fisso ed è impossibile dire se e quando la situazione cambierà.

Leave a Reply