Meglio un sistema di accumulo fotovoltaico o un gruppo elettrogeno?

Sempre più proprietari di case acquistano generatori domestici o sistemi di backup con batteria solare temendo interruzioni di corrente e arresti della rete, ovvero blackout. La preparazione alle emergenze è diventata la priorità sia per i normali proprietari di case che per i proprietari di case alimentate a energia solare. I generatori domestici alimentati a gasolio, propano o gas naturale possono impedire che gli alimenti refrigerati si deteriorino, proteggere i membri della famiglia da temperature estreme e alimentare apparecchi critici durante un blackout. Le batteria di backup fotovoltaico condividono alcuni vantaggi.

Cosa è un sistema di backup fotovoltaico

I sistemi a batteria solare immagazzinano l’energia in eccesso da una fonte di alimentazione come i pannelli solari fotovoltaici o la rete elettrica e la salvano per un uso successivo. Quando si combina l’accumulo di energia da una batteria solare, come Tesla Powerwall o sonnenBatterie, con il proprio sistema fotovoltaico, la batteria salverà l’energia in eccesso generata dai pannelli solari per l’utilizzo durante i periodi di bassa emissione solare, come di notte.

Tesla Powerwall, ad esempio, immagazzina 14 kWh di energia mentre sonnenBatterie ha prodotti che vanno da 5 a 20 kWh di capacità, a seconda delle esigenze energetiche della tua casa. Tesla Powerwall viene fornito con una garanzia sulle prestazioni di 25 anni. Durante un’interruzione di corrente, un sistema solare fotovoltaico collegato alla rete verrà spento e rimarrai senza alimentazione proprio come i tuoi vicini che sono collegati direttamente alla rete.

Quando si combinano i pannelli fotovoltaici con una batteria solare, il sistema si disconnetterà dalla rete ma la batteria inizierà ad alimentare la tua casa senza alcuna interruzione. Puoi anche dimensionare il sistema di backup della batteria per alimentare i carichi energetici essenziali o l’intera casa. Esempi di volte in cui potresti utilizzare una batteria solare di backup sono: di notte o bassa emissione solare, durante un’interruzione, in tempi di tariffe elettriche elevate.

I sistemi di backup con batteria a energia solare sono dunque alternative più ecocompatibili ed efficienti per risparmiare sui costi delle soluzioni a molti degli stessi problemi per i quali si usano i gruppi elettrogeni. Entrambe le opzioni presentano vantaggi e svantaggi significativi, che vogliamo valutare:

Costi dei generatori vs. costo del backup fotovoltaico

Un generatore portatile da 8 chilowatt che costa circa da 800 a 1.200 euro può alimentare molti elementi essenziali durante un’interruzione, tra cui il frigorifero, le luci, lo scaldabagno, i sistemi di sicurezza domestica e gli apriporta del garage.

Un generatore in standby più grande da 22 chilowatt (così chiamato perché è impostato per accendersi automaticamente quando la rete si interrompe), costa da 5.000 a 10.000 euro, installazione inclusa, e può alimentare la maggior parte delle apparecchiature domestiche, inclusi condizionatori d’aria, lavatrici, asciugatrici, pompe di pozzetto, etc.

Il costo iniziale delle batterie di backup di un impianto fotovoltaico (incluso quest’ultimo) è in genere più alto, da circa 10.000 a 20.000 euro inclusa l’installazione. Di solito sono necessarie due o più batterie per soddisfare le esigenze di una casa tipica per più di 12-15 ore.

Confronto del rientro a lungo termine dell’investimento

Nonostante i maggiori costi iniziali e diretti, i risparmi a lungo termine dalle batterie domestiche alimentate a energia solare compensano il loro prezzo iniziale più elevato. I proprietari di case possono ridurre le bollette elettriche di decine di migliaia di euro per tutta la durata di un sistema di backup della batteria, generando la propria energia e vendendo l’eventuale eccedenza all’utilità, ove consentito.

Nelle aree in cui le utenze aumentano le tariffe durante i picchi di domanda, i proprietari di case possono risparmiare ancora di più attingendo energia dalla batteria di backup durante le ore di punta con i loro pannelli solari e restituirla alla rete durante le ore non di punta. Al contrario, i generatori o gruppi elettrogeni domestici costituiscono una spesa continua. Richiedono carburante per funzionare e una manutenzione regolare, inclusi olio e filtri.

Facilità di acquisto e di utilizzo

I generatori elettrici domestici sono facili da trovare in punti vendita per bricolage coma ad es. Leroy Marlin, compresi i modelli portatili dotati di ruote. Generatori di riserva più grandi devono essere installati da un elettricista, ad un costo solitamente pari all’incirca al prezzo del generatore stesso. I proprietari di case che optano per il backup della batteria devono assumere professionisti per collegare i loro sistemi al pannello solare e all’interruttore automatico.

Le batterie di backup non hanno parti in movimento e non richiedono manutenzione o fonte di carburante esterna diversa dal sole. Con i dispositivi Tesla Powerwall, le opzioni di backup della batteria possono soddisfare molte esigenze di alimentazione durante un blackout. I generatori, d’altra parte, richiedono una manutenzione settimanale quando non vengono utilizzati e una manutenzione giornaliera quando lo sono.

Ciò include il controllo dell’olio, il cambio dell’olio e del filtro dopo uno o due giorni di uso continuo e la sostituzione delle spazzole del motore usurate secondo necessità. A meno che un generatore non sia collegato direttamente a una linea del gas naturale, i proprietari di casa devono rifornirlo spesso. Ciò può essere difficile e costoso in caso di maltempo o di calamità naturali quando il carburante è spesso scarso.

Per motivi di sicurezza, le regole di solito richiedono che i generatori siano posizionati all’aperto, grosso modo a 1,5 metri o più da una casa. Mentre alcuni possono essere avviati automaticamente o tramite telecomando, mantenere in funzione un generatore esterno durante il maltempo richiede lavoro.

Durata dell’attrezzatura e rumore di fondo

La maggior parte delle batterie solari domestiche di alta qualità hanno una garanzia di 10 anni. Ciò è paragonabile alla garanzia di cinque anni offerta sulla maggior parte dei generatori domestici. I generatori sono anche soggetti a guasti dopo 3,5 anni di uso prolungato, mentre il backup della batteria dura quanto i moduli stessi (fondamentalmente 40-50 + anni, sebbene con minore efficienza).

La maggior parte delle persone ad un certo punto ha sentito l’avvio di un generatore nelle vicinanze. Il motore a combustione interna scoppietta, tuona come una Harley Davidson, e poi si assesta in un rombo sordo. I proprietari di case in aree con frequenti interruzioni della rete devono abituarsi al rumore di fondo ininterrotto dei generatori dei vicini. Le batterie solari, al contrario, funzionano in silenzio.

Leave a Reply