Può una batteria Tesla Powerall alimentare una casa?

 

Sì. Ad esempio, un impianto fotovoltaico residenziale abbastanza grande e tipico da 4 kW (circa 16 pannelli, a seconda della loro dimensione e tipologia) potrebbe produrre circa 20 kWh di elettricità in una giornata estiva soleggiata media, il che sarebbe sufficiente per caricare completamente una Tesla Powerwall 2 e far funzionare la tua casa. Una Powerwall può gestire una casa media per tutta la primavera, l’estate e l’autunno e anche più a lungo se la tua domanda di elettricità è bassa. In periodi dell’anno con meno ore di luce e sole, lo stesso pannello solare potrebbe produrre solo circa un quarto del kWh che fa in estate, il che di solito significa che dovrai utilizzare più elettricità dalla rete, insieme al tuo Tesla Powerwall 2.

L’importanza della potenza fornita e della capacità utilizzabile

I pannelli solari assorbono i fotoni (luce solare) in un’installazione sul tetto per creare elettricità in corrente continua (CC). La corrente continua non può essere utilizzata in casa e deve essere convertita in corrente alternata con un inverter per il fotovoltaico connesso alla rete.

Due parametri importanti da tenere a mente quando si confronta il Powerwall con altre opzioni di accumulo domestico sono la potenza e la capacità utilizzabile. La potenza (misurata in kilowatt o kW) determina la quantità massima di elettricità che può essere emessa in una sola volta, mentre la capacità utilizzabile (misurata in chilowattora o kWh) è una misura della quantità massima di elettricità immagazzinata nella batteria con una carica completa.

Pensa alla tua batteria come l’acqua che scorre attraverso un tubo. La capacità energetica utilizzabile è la quantità di acqua disponibile per spingere attraverso il tubo, mentre la potenza è la dimensione del tubo stesso. Tubi più grandi consentono a più acqua di fluire contemporaneamente, il che esaurisce l’acqua più velocemente. Allo stesso modo, una batteria con una potenza nominale elevata può fornire più elettricità contemporaneamente, ma brucerà anche la sua capacità energetica disponibile più velocemente.

La potenza di una batteria determina quali dispositivi è possibile utilizzare contemporaneamente, mentre la capacità utilizzabile determina per quanto tempo tali dispositivi possono essere utilizzati. Le batterie con una potenza nominale più elevata sono in grado di alimentare apparecchi più robusti o più apparecchi contemporaneamente, mentre le batterie con una capacità utilizzabile maggiore possono immagazzinare più energia totale e quindi possono far funzionare i tuoi apparecchi per periodi di tempo più lunghi senza bisogno di ricaricare.

La capacità di accumulo e la potenza di uscita di una Powerwall

L’energia prodotta può essere utilizzata per alimentare la tua casa, reimmessa nella rete o immagazzinata utilizzando il tuo Tesla Powerwall. Puoi gestire tutto questo utilizzando un’app basata su cloud. Il Powerwall 2 di Tesla offre uno dei migliori rapporti per lo stoccaggio di energia sul mercato. Un Powerwall 2 immagazzina 13,5 kWh, praticamente sufficienti per far funzionare i tuoi principali elettrodomestici per un totale di 24 ore. Inoltre viene fornito con l’inverter di cui sopra.

Una Tesla Powerwall 2 ha una potenza in uscita fino a 5 kW, che può coprire una maggiore domanda di elettricità nelle ore di punta, ad es. se più apparecchi sono in funzione contemporaneamente. Ad esempio, un bollitore utilizza circa 3 kW di potenza e un microonde da 1000 Watt utilizza 1 kW, quindi la batteria può fornire energia sufficiente per far funzionare entrambi contemporaneamente senza dover prelevare nulla dalla rete (supponendo che il Powerwall 2 abbia carica sufficiente per farlo).

È importante sottolineare che il sistema Powerwall è anche modulare, il che significa che puoi aggiungere più prodotti di batteria alla tua configurazione di accumulo. Ad esempio, potresti voler installare più batterie Powerwall per una casa con un elevato fabbisogno energetico. Il sito Web di Tesla indica che è possibile aggiungere fino a 9 batterie Powerwall insieme per formare un enorme sistema di accumulo.

Per i sistemi di capacità maggiore rispetto a quelli basati su una sola unità Powerwall, il Powerwall offre la possibilità di essere configurato in installazioni divise o trifase con un massimo di 9 moduli batteria in grado di essere collegati insieme in serie. Tuttavia, l’unità Gateway di backup aggiuntiva (vedi sotto) è necessaria in queste installazioni più complesse. La capacità massima per fase è di 3 Powerwall.

Il “gateway di backup” per l’uso come alimentatore di backup

Tesla ha compiuto uno sforzo notevole per garantire che la propria soluzione di batteria sia compatibile con i marchi e i tipi più comuni di inverter off-grid e ibridi. Ciò significa che, a condizione che l’installatore installi i componenti corretti, la batteria Tesla Powerwall sarà in grado di fornire alimentazione di backup per la tua casa quando l’alimentazione di rete si interrompe (ad es. per un blackout).

La Tesla Powerwall ora ha un gateway di backup opzionale. Il gateway si trova sulla fornitura di energia elettrica in entrata alla casa e, se rileva un problema sulla rete, un relè scatta e la tua casa viene fisicamente scollegata dalla rete. Una volta che sei fisicamente scollegato in questo modo, la tua batteria può scaricarsi per far funzionare i carichi nella tua casa, senza creare rischi per la sicurezza degli operai che riparano l’interruzione di corrente sulla rete. Ti fornisce pertanto una sicurezza extra, sapendo che avrai sempre potenza elettrica nella tua casa, qualunque cosa succeda all’esterno.

Il Tesla Powerwall 2 non può funzionare come alimentatore di backup o UPS senza il gateway di backup aggiuntivo. Il nuovo Backup Gateway 2 costa circa 1800 euro e funziona come sistema di gestione dell’energia domestica e hub di comunicazione. In caso di blackout isola anche i circuiti di backup dalla rete elettrica e consente al sistema di funzionare in modalità “off-grid”. Il gateway fornisce anche opzioni di monitoraggio avanzate e controlli basati sul tempo.

Per coloro che speravano di acquistare una Powerwall e uscire dalla rete, essa è progettata per funzionare in modalità off-grid (backup) solo per brevi periodi (fino a quando la batteria è scarica) Tuttavia, non è progettato per funzionare come un sistema di alimentazione off-grid dedicato. Se qualcuno ha intenzione di portare la casa fuori dalla rete utilizzando un Powerwall o qualcosa di simile, consiglierei di pensarci bene prima di considerare di disconnettersi dalla rete elettrica.

Garanzia e prestazioni della Tesla Powerwall

Nella maggior parte dei casi, le case con una batteria Tesla caricheranno e scaricheranno la loro batteria ogni giorno. Il Powerwall viene fornito con una garanzia di 10 anni. Tesla garantisce che la batteria manterrà almeno il 70 percento della sua capacità di mantenere una carica durante quel periodo di tempo. Ricordiamo che due modi chiave per valutare le prestazioni di una batteria per il fotovoltaico sono la sua profondità di scarica e l’efficienza di andata e ritorno.

La profondità di scarica (DoD) indica la percentuale di energia di una batteria che è stata scaricata rispetto alla capacità complessiva della batteria. Poiché la vita utile di una batteria diminuisce ogni volta che si carica, scarica e si ricarica, o si cicla, la batteria, molti produttori di batterie specificano un livello di DoD massimo per prestazioni ottimali della batteria. In generale, le batterie con una maggiore profondità di scarica sono considerate prodotti di migliore qualità. Il Tesla Powerwall vanta una profondità di scarica del 100 percento, che riflette la sua chimica della batteria NMC notevolmente sicura e avanzata.

L’efficienza di andata e ritorno è una misura delle perdite elettriche legate alla carica e allo scaricamento di una batteria. Maggiore è la percentuale di efficienza, più efficientemente la batteria è in grado di convertire l’elettricità in entrata in elettricità immagazzinata e quindi di nuovo in elettricità utilizzabile. Il Tesla Powerwall ha un’elevata efficienza di andata e ritorno del 90 percento; questo significa che per ogni 10 chilowattora (kWh) di elettricità immessa nella batteria, riceverai 9 kWh di potenza.

Leave a Reply