Quando è il momento di cambiare un inverter solare?

Oggi, l’inverter da CC a CA e l’impianto fotovoltaico è un must in ogni famiglia. L’aumento della riduzione del carico e le interruzioni di corrente possono ostacolare il programma di lavoro e il comfort personale, soprattutto durante l’estate. Se sei abituato ai condizionatori d’aria, durante l’estate, rimanere senza aria condizionata potrebbe essere difficile. E seduto in una stanza senza ventilatore? È quasi insopportabile. Se la tua zona residenziale subisce interruzioni di corrente regolari o se desideri avere una sicurezza di backup per esigenze di emergenza, gli inverter sono una benedizione.

Ricorda, se prevedi di aggiornare il tuo inverter da CC a CA, acquistane uno che supporti i requisiti di carico della tua casa per un uso efficiente dell’alimentazione di backup fornita da un inverter. È essenziale accertarsi che l’attuale inverter funzioni in modo ottimale.

Gli inverter e le batterie tendono a non avere prestazioni a causa dell’uso prolungato nel corso degli anni e mostrano un funzionamento deteriorato. Quindi, se il tuo inverter non funziona come una volta o ha un problema ricorrente, puoi semplicemente aggiornare il tuo inverter a uno con una tecnologia migliore e più intelligente.

Innanzitutto, dovrai sapere se l’inverter funziona ancora. Alcuni semplici segni sono se il dispositivo mostra che non stai generando energia o molta meno energia del normale. I messaggi di errore sull’inverter o sulla spia di avviso danno anche indizi che qualcosa non va. Un altro segnale rivelatore è il calo della produzione di elettricità.

Se noti uno di questi scenari, dovrai contattare l’installatore solare che originariamente ha svolto il lavoro – se l’azienda è ancora in circolazione – in modo che possano controllarlo e sostituirlo, se necessario. L’installatore dovrebbe anche controllare l’intero sistema di energia solare domestica per danni fisici o di altro tipo per assicurarsi che non ci siano altre parti associate al calo della produzione.

  1. L’inverter da CC a CA non si sta caricando completamente

Uno dei problemi più comuni che potresti incontrare è che la batteria dell’inverter smette di caricarsi. Nella maggior parte dei casi, di solito è una batteria scarica o c’è un problema con i separatori di grado.

Tuttavia, possono esserci altri problemi relativi all’inverter che possono portare a questo problema. Raddrizzatori bruciati, terminali arrugginiti, materiale attivo fuso o persino un guasto elettrico nella scheda madre possono essere i motivi per cui la batteria dell’inverter non si sta caricando.

Mettiti in contatto con l’assistenza clienti del tuo installatoree chiama un tecnico per capire il problema. A seconda del problema, puoi decidere di acquistare una nuova batteria oppure di aggiornare il tuo inverter da CC a CA.

  1. Le batterie devono essere manutenute

Che si tratti di un guasto alla scheda elettrica o di segnali acustici ripetuti dell’allarme o del monitor che visualizza codici errati, questi problemi devono essere verificati occasionalmente da un professionista.

Potrebbero esserci problemi con i fili e i cavi della batteria, oppure potrebbe essere che l’inverter continui a passare dalla rete principale alla batteria.

Se si nota uno di questi problemi, si consiglia di chiamare il servizio clienti del proprio installatore per un controllo di manutenzione. Sulla base dei risultati della manutenzione, puoi scegliere di aggiornare il tuo inverter per evitare di sborsare denaro per la manutenzione costante o farlo riparare.

Nel caso in cui desideri acquistare una nuova batteria, prendi in considerazione batterie a ciclo profondo o batterie al gel per usufruire di una potenza di backup costante e di una maggiore durata della batteria.

  1. Requisiti di carico ridotti

Nel tempo, acquisterai nuovi elettrodomestici, dispositivi e altri dispositivi elettronici che aumenteranno i requisiti di carico di elettricità, che il tuo attuale inverter e batteria potrebbero non essere in grado di supportare.

Gli inverter e le batterie hanno una capacità che, se superata, può bruciare il sistema dell’inverter o causare un’interruzione di corrente, anche la vita degli apparecchi e dell’elettronica utilizzati può degradarsi.

Comprendere i requisiti di carico è di fondamentale importanza per trovare le soluzioni di backup dell’alimentazione più efficaci. Qui, devi ricordare queste due cose: requisiti di alimentazione e valutazione in Volt Ampere (VA).

  • Requisiti di alimentazione: il consumo energetico totale di tutti gli apparecchi elettrici che si desidera far funzionare con l’inverter.
  • Volt Ampere (VA) Rating: La corrente e la tensione dell’inverter che viene spesa per gli apparecchi azionati dalla batteria.
  1. Rumore di ronzio durante la modalità di backup

Mentre l’inverter è in modalità di backup, se si sente un ronzio continuo, può essere dovuto alla deterrenza della forma d’onda. Insomma, se possiedi un vecchio inverter che si basa su una tecnologia come l’onda quadra, c’è un’alta probabilità che il ronzio trasmesso dai tuoi elettrodomestici sia dovuto allo stesso. Come soluzione, puoi aggiornare il tuo inverter da CC a CA a un inverter a onda sinusoidale con valori nominali più elevati per ricevere il miglior backup di alimentazione.

Se il mio inverter solare “muore”, come faccio a sostituirlo?

Ogni parte del tuo sistema di energia solare domestica deve funzionare in condizioni ottimali in modo che i tuoi pannelli solari convertano la maggior quantità di luce solare in elettricità possibile. Ecco perché è necessario assicurarsi che due dei componenti di base del sistema – i moduli fotovoltaici (FV) e l’inverter – siano in perfetta forma.

I pannelli, che vanno sul tetto o sono montati a terra ed esposti all’esterno, sono solitamente realizzati per sostenere ogni tipo di intemperie, dal sole cocente più rigido, alle tempeste di neve, vento e pioggia più pesanti. Le celle solari sono racchiuse in robusti telai e un telo di plastica che le protegge da questi elementi. Tale protezione e il modo in cui sono fabbricati li rendono anche molto affidabili e durevoli, e quindi le loro garanzie durano 25 anni. La loro durata potrebbe essere ancora più lunga.

D’altra parte, gli inverter sono macchine elettroniche complesse conosciute come il cavallo di battaglia e il cervello di qualsiasi sistema solare domestico. Sono costantemente al lavoro per trasformare l’elettricità CC (corrente continua) generata dai moduli fotovoltaici (PV) in CA (corrente alternata) di cui i tuoi elettrodomestici hanno bisogno.

Nel frattempo, si stanno anche adattando ai cambiamenti nella produzione di energia dai pannelli, fornendo misurazioni nette in tempo reale e altri dettagli.

Pertanto, la loro aspettativa di vita e le garanzie non vanno oltre i 10-15 anni. A causa dei dati sensibili e dell’elettronica che possiedono, dovrebbero anche essere collocati all’interno, in una stanza ventilata, lontano da calore e umidità.

Ma dato che hanno una durata e garanzie più brevi rispetto ai pannelli solari, significa che dovrai sostituirli ad un certo punto durante il periodo produttivo del tuo sistema solare domestico.

La sostituzione di un inverter è solitamente la parte più costosa di qualsiasi manutenzione condotta su un impianto solare domestico. I prezzi degli inverter possono variare di molto ed è qualcosa di cui devi essere consapevole. Se l’inverter si guasta prima che le sue garanzie vengano sfruttate, il produttore lo sostituirà semplicemente. Ma se il tempo di garanzia è scaduto, dovrai pagare di tasca tua per uno nuovo.

Leave a Reply