Quanti pannelli solari servono per un impianto da 3 kW?

Un impianto fotovoltaico da 3 kW era una volta il sistema solare residenziale di dimensioni più popolari nel paese e sarà ancora adatto a molte persone. Puoi acquistare un buon sistema da 3 kW installato per poche migliaia di euro. Sebbene sia possibile acquistarne uno mediocre per 3.000 euro, non consiglierei di acquistare il sistema più economico sul mercato. Per una casa italiana media, un sistema solare da 3 kW genererà l’equivalente di circa due terzi del consumo totale di elettricità. Ma attenzione; se hai l’aria condizionata, una pompa per la piscina e un sistema di automazione domestica nella tua vecchia casa, allora non intaccherà molto le tue bollette elettriche!

Di quanti pannelli solari avrai bisogno?

Per realizzare un sistema solare fotovoltaico da 3 kW sono necessari 12 pannelli solari, assumendo che si utilizzino pannelli da 250 W. Un sistema di energia solare da 3kW genererà circa 12 unità di elettricità (chiamate chilowattora o kWh) al giorno. Come accennato, si tratta di circa 2/3 dell’utilizzo di elettricità di una tipica casa o appartamento italiani.

Ogni pannello da 250 W sarà di circa 1,6 m x 1 m, quindi avrai bisogno di almeno 20 metri quadrati di spazio sul tetto. I tetti rivolti a sud sono l’ideale e tieni presente che la metratura effettiva richiesta dipenderà dalla potenza o dall’efficienza e dalle dimensioni dei pannelli che installi. I pannelli solari ad alta efficienza creeranno più energia in un’area più piccola. Quindi, se non hai 20 mq sul tetto, i pannelli ad alta efficienza possono aiutarti a utilizzare lo spazio che hai per un array solare da 3 kW.

I sistemi da 3 kW sono quindi relativamente piccoli e di solito hanno dagli 8 agli 11 pannelli solari. Il numero effettivo di pannelli solari all’interno di un sistema da 3 kW dipende dalla potenza dei pannelli solari. I pannelli di potenza superiore sono più efficienti delle loro controparti di potenza inferiore. I pannelli tipici hanno wattaggi compresi tra 275 e 400 watt.

Ad esempio, se installi pannelli solari da 300 watt, avrai bisogno di 10 pannelli per generare elettricità sufficiente per un sistema da 3kW. 10 pannelli dovrebbero essere in grado di adattarsi alla maggior parte delle case e contribuiranno a compensare i costi dell’elettricità.

Dimensionamento a partire dal consumo energetico annuale

Il tuo consumo medio annuo di elettricità è uno dei principali fattori che determinano il numero di pannelli solari necessari per la tua casa. Il consumo di energia è misurato in chilowattora (kWh) che misura esattamente quanta energia viene utilizzata: un kWh è diverso dai chilowatt (kW) che sono una misura di potenza (1.000 watt equivalgono a 1 chilowatt).

In Italia, il consumo medio annuo di elettricità è di circa 2.700 kWh, ma aumenterà o diminuirà a seconda delle dimensioni della casa, del numero di persone nella proprietà e delle abitudini energetiche. Le case unifamiliari tendono ad avere la più alta domanda di energia, mentre una casa a metà terrazza è probabile che abbia una domanda inferiore. Per avere un’idea più precisa dell’energia utilizzata nella vostra casa ogni anno, potrete trovarla sulla bolletta dell’elettricità.

Una volta che sai quanta energia stai utilizzando nel corso di un anno, possiamo iniziare a calcolare di quanti pannelli solari avrai bisogno. La potenza in uscita dei pannelli solari è misurata in watt (W) e può variare da circa 245 W fino a 400 W. Se la tua casa ha una domanda particolarmente elevata di elettricità, allora ha senso prendere in considerazione pannelli solari con una maggiore potenza in uscita – più di 325 W. Investire in pannelli solari con un rendimento maggiore non significa solo che generano più energia, ma ne avrai bisogno in un numero inferiore.

Il numero esatto dipende dalla producibilità elettrica annua. Un impianto fotovoltaico nella pianura Padana può produrre intorno ai 1.100-1.200 kWh all’anno per ogni kWp di potenza, mentre nell’Italia del Sud può arrivare ai 1.300 o 1.400 kWh/kWp all’anno.

Per raggiungere il consumo medio di energia in Italia di 2.700 kWh annui, sarebbero quindi necessari 2.700 / 1100 = 2,45 kW, ovvero solo 9 pannelli solari da 300 W come parte del sistema solare fotovoltaico, mentre sarebbero necessari 10 pannelli solari da 250 W per ottenere la stessa potenza.

Quanto si guadagna un sistema solare da 3kW?

Il costo di installazione dei pannelli solari sta diminuendo e il vantaggio di risparmio che forniscono rimane elevato. Per questo motivo, i sistemi solari fotovoltaici da 3 chilowattora (kW) stanno diventando un’opzione più popolare per i proprietari di case.

Anche se un sistema da 3kW potrebbe non essere abbastanza grande da alimentare un’intera casa, può aiutare a compensare un po’ di consumo di elettricità all’interno della casa. La quantità di denaro che risparmi con un sistema da 3kW dipenderà da 2 fattori principali:

  • Quando usi l’elettricità nella tua casa
  • Quanta elettricità usi.

In effetti, (1) è solitamente un fattore maggiore di (2). Perché? Perché il tempismo determina quanta della tua preziosa energia solare va nella rete invece che nella tua casa. Questo è importante perché il GSE in Italia paga pochi centesimi per kWh per l’elettricità esportata in rete. Confrontalo con i 20 o 30 centesimi per kWh che la maggior parte delle persone paga per acquistare elettricità dalla rete.

Ciò significa che utilizzare l’energia elettrica solare nella tua casa ti fa risparmiare 30 centesimi per kWh, mentre l’esportazione ti fa guadagnare solo pochi centesimi per kWh. Una differenza che può arrivare al 400%! Consideriamo quindi 3 scenari per vedere come funziona il rimborso:

Scenario 1. Usi tutta la tua elettricità solare nella tua casa. Questo è improbabile a meno che la tua casa non sia piena di enormi consumatori di energia (ad esempio aria condizionata e/o grandi pompe della piscina) che funzionano tutto il giorno, tutti i giorni. Ma in questo scenario risparmieresti 30 centesimi per kWh per ogni ultima goccia di energia solare prodotta, che equivale a circa 1500 nel primo anno e a circa 45.000 euro in 20 anni ipotizzando un’inflazione elettrica del 5%.

Scenario 2. Esporti metà della tua elettricità solare e ne usi metà nella tua casa. Questo è uno scenario più realistico per la maggior parte delle persone. In questo caso risparmieresti circa 1000 euro nel primo anno. E circa 26.000 euro in 20 anni ipotizzando un’inflazione elettrica del 5%

Scenario 3. Non usi corrente in casa quando splende il sole (improbabile). In questo scenario, esporti tutta la tua elettricità solare. In questo caso, ipotizzando – molto generosamente – una valorizzazione da parte del GSE di 8 centesimi a kWh, risparmieresti circa 400 euro nel primo anno e circa 7.000 euro in 20 anni.

Come puoi vedere, il solare fotovoltaico può dare un grande ritorno negli scenari 1 e 2, ma è piuttosto marginale nello scenario 3. Quindi è importante ottenere preventivi da installatori che possono stimare la tua percentuale di esportazione e quella di autoconsumo, in modo da valutare anche se non convenga aggiungere un qualche sistema di accumulo per aumentare l’autoconsumo.

Leave a Reply