Un inverter fotovoltaico che si scalda molto è normale?

La generazione di energia crea calore, quindi sì, il tuo inverter si scalderà. Per questo motivo è importante mantenere l’inverter in un luogo fresco e asciutto e installato in un orientamento che aiuti la ventilazione (ad es. non ostruire le prese d’aria o le ventole con vestiti o strumenti). Se l’inverter si scalda troppo, si spegnerà semplicemente finché l’unità non si sarà raffreddata. Come accennato in precedenza, più caldo diventa il tuo inverter, minore è la potenza AC che fornirà (da qui i nuovi design che consentono una rapida rimozione dell’aria calda dal funzionamento interno).

Non farsi prendere dal panico se l’inverter si scalda

Innanzitutto, dovresti sapere che il regolare funzionamento dell’inverter lo rende un po’ caldo. Non dovresti preoccuparti di questo, ma se sta diventando troppo caldo, potrebbe essere dovuto a problemi nell’inverter o nella batteria.

Gli inverter utilizzano l’intero telaio dell’inverter come dissipatore di calore per dissipare il calore, quindi il pannello frontale potrebbe essere caldo al tatto, quindi, se la temperatura ambiente è alta o il l’inverter funziona ad alta potenza, la temperatura interna dell’inverter aumenterà e potrebbe anche superare i 60 gradi, che possono essere troppo caldi per essere toccati.

Questo perché negli inverter a bassa tensione con potenze di chilowatt sono elevate correnti che fluiscono attraverso componenti elettrici relativamente piccoli, causando così riscaldamento Joule (calore dovuto alla resistenza elettrica). A causa del calore dissipato, l’inverter si scalderà.

Ciò non comporterà certamente un rischio di incendio, tuttavia, ci sono rischi di dolore e ustioni. Infatti, 44°C è la temperatura di qualsiasi materiale che può essere sicuro toccare per un tempo illimitato. Il corpo metallico dell’inverter può superare questa temperatura durante il funzionamento. Pertanto, si consiglia di non toccarlo durante il funzionamento.

Sebbene l’inverter solare contenga parti a semiconduttore che perdono efficienza quando si riscaldano, i semiconduttori stessi sono piuttosto robusti e possono tollerare un calore elevato senza rompersi (naturalmente, fino a un certo punto).

Poiché l’inverter lavora per convertire la corrente continua in corrente alternata, genera calore. Questo calore viene aggiunto alla temperatura ambiente della custodia dell’inverter e l’inverter dissipa il calore attraverso ventole e/o dissipatori di calore.

Il calore deve rimanere al di sotto di un certo livello in cui i materiali nell’inverter inizieranno a degradarsi. L’isolamento diventa fragile, la saldatura può espandersi e rompersi e i componenti metallici nei condensatori possono affaticarsi.

Per mantenere basso il riscaldamento, l’inverter smetterà di generare energia o ridurrà la quantità di energia che genera “declassando” mentre supera i limiti di temperatura programmati.

Possibili cause di riscaldamento di un inverter

Potrebbero esserci uno o più dei seguenti motivi per cui la batteria dell’inverter si sta surriscaldando:

  • Selezione errata dell’interruttore nell’inverter
  • Selezione errata del ponticello della corrente di carica
  • Guasto dell’inverter.

Comprendiamo ciascuno di questi casi uno per uno:

Selezione errata dell’interruttore nell’inverter

Sul retro dell’inverter è presente un interruttore di selezione della batteria. Questo interruttore viene utilizzato per impostare il tipo di batteria che si sta collegando all’inverter. Nel caso in cui si effettua una selezione errata in questo interruttore, potrebbe esserci un problema di surriscaldamento.

Esempio: se stai collegando una batteria tubolare ma hai selezionato l’opzione “batteria piatta” sull’interruttore, allora è sbagliato e dovresti assicurarti di selezionare l’opzione corretta.

Selezione errata del ponticello della corrente di carica

Il ponticello della corrente di carica deve essere selezionato in base alla capacità della batteria. Anche questa opzione si trova sul retro dell’inverter.

Guasto dell’inverter

Nel caso in cui la tensione di carica dell’inverter stia superando il limite di carica superiore, è possibile che si verifichi un guasto dell’inverter. Il guasto dell’inverter potrebbe causare il surriscaldamento della batteria.

In questo caso, è necessario contattare il numero di assistenza tecnica del marchio dell’inverter e farlo controllare o riparare. Se il tuo inverter è abbastanza vecchio, dovresti considerare di acquistarne uno nuovo.

Come risolvere il problema di surriscaldamento di un inverter

L’estate è il periodo di alta incidenza dei problemi di surriscaldamento dell’inverter. La scarsa dissipazione del calore è solitamente causata da polvere, problemi alla ventola e blocco del condotto dell’aria, che causano problemi alle apparecchiature per interrompere la produzione.

Pertanto, si consiglia di eseguire una semplice manutenzione dell’inverter, come spolverare, fissare la ventola e pulire il condotto dell’aria, in modo da garantire il normale funzionamento dell’apparecchiatura.

Se c’è un problema di surriscaldamento su un inverter in primo luogo, è necessario sapere che l’inverter può rilevare la temperatura interna tramite un sensore, che è simile al principio di protezione dal surriscaldamento del laptop.

Quando la temperatura effettiva è superiore al valore impostato, emetterà un segnale di allarme per ricordare agli utenti che è troppo caldo per essere sopportato dall’inverter. Allo stesso tempo, il pannello dell’inverter visualizzerà il codice di guasto OH surriscaldamento corrispondente.

La procedura per risolvere il problema del surriscaldamento dell’inverter è molto semplice:

  1. Controllare se la ventola funziona normalmente. La ventola gira mentre l’inverter è in funzione;
  2. Controllare se la polvere di raffreddamento è ostruita, in particolare la presa d’aria e l’uscita dell’aria.
  3. Controllare la temperatura dell’ambiente circostante. In generale, la temperatura ambiente dovrebbe essere controllata al di sotto dei 40°。
  4. Dopo aver verificato i 3 passaggi sopra menzionati, il problema del surriscaldamento non viene ancora risolto, quindi è necessario un ingegnere tecnico per fare un favore.

Altri consigli utili per l’uso in sicurezza di un inverter

  • Installare gli inverter in luoghi freschi (pareti ombreggiate anziché sul tetto).
  • Scegli luoghi con sufficiente ricambio d’aria. Garantire una ventilazione aggiuntiva quando necessario.
  • Non esporre gli inverter alla luce solare diretta. Per installazioni esterne, utilizzare le ombre o le coperture esistenti per gli inverter.
  • Mantenere la distanza minima dagli inverter vicini o altri oggetti indicata nella guida all’installazione.
  • Aumentare la distanza quando è prevedibile che si possano verificare temperature più elevate nel luogo di installazione.
  • Disporre più inverter in modo che non attirino l’aria calda di altri inverter. Sfalsare gli inverter con raffreddamento passivo per consentire al calore dei dissipatori di calore di fuoriuscire verso l’alto.

Leave a Reply